Progetto Prevenzione

In seguito agli ottimi riscontri ottenuti nel corso della prima edizione, l’Associazione AFT o.n.l.u.s. (Associazione Famiglie Tossicodipendenti, attiva sul territorio regionale dal 1981), in collaborazione con l’Azienda Sanitaria, propone agli Istituti Inferiori e Superiori della Provincia Autonoma di Trento il PROGETTO PREVENZIONE ALLE DIPENDENZE:

“Uno, due ,tre… via!

Via la paura: il coraggio di comunicare”

L’iniziativa nasce da una lettura attenta di tutte le istanze e le problematiche sottoposte all'associazione da parte di chi sente in maniera pressante l'esigenza di proporre programmi di prevenzione al problema delle tossicodipendenze nella popolazione giovanile. Di qui si è ragionato sulla necessità di arrivare all'utilizzo di elementi innovativi in tal senso, all'individuazione di linguaggi alternativi a quelli usati in passato sia per arrivare a colloquiare con un problema che presenta aspetti nuovi, rivelatori di problematicità profonde e radicate, sia per il fatto che la tendenza alle dipendenze ha trovato nuove sostanze che necessitano di nuovi percorsi per disattivarne potenzialità e pericoli.

La struttura del progetto si rivolge quindi all’intera popolazione coinvolta nel percorso scolastico:

Insegnanti: gli interventi proposti mirano ad essere un sostegno, e non un lavoro aggiuntivo, al corpo docenti, questo per andare incontro alle difficoltà che spesso il ruolo educativo implica. Gli insegnanti hanno il dovere di essere informati, , aperti, coinvolti nelle problematicità tipiche dell'età dei loro allievi, ma non sovraccaricati, per questo il supporto prevederà la distribuzione di materiale di indirizzo e informativo rispetto al problema “dipendenze”.

Genitori: i genitori hanno necessità di poter intraprendere il proprio percorso di comprensione del problema in modo autonomo  rispetto ai loro figli affinché possano manifestare dubbi, paure, domande senza pregiudicare il loro ruolo genitoriale

Alunni: I figli/ragazzi, che vivono l'epoca della pre-adolescenza e dell'adolescenza caratterizzata da una fisiologica contrapposizione con le generazioni “vecchie” hanno necessità di trovare interlocutori adulti e amici in grado di accogliere il loro disagio, le loro domande senza essere costretti a mettere in moto quel coinvolgimento emotivo ed affettivo dal quale fisiologicamente hanno necessità di prenderne le distanze.

Gli interventi, per ognuno dei soggetti coinvolti, sono stati suddivisi in diversi momenti che con attenzione e rigore utilizzano tre diversi linguaggi (“momento mente”, “momento cuore”, “momento azione”). Linguaggi che, per la loro specificità, si rivolgono al giovane e all'adulto stimolando attenzione, risposte, impegni che coinvolgono la persona considerata nella sua complessità.

ü    UN PROGETTO CHE PARLA ALLA MENTE, AL CUORE E ALLE MANI!

ü    UN PROGETTO CHE PROMUOVE LA TRASGRESSIONE BUONA VOLTA A CREARE, BELLEZZA, INCONTRO E GIOIA NELLE GIOVANI GENERAZIONI!

ü    UN PROGETTO CHE CREDE CHE SERVANO RAGAZZI FORTI, IN GRADO DI METTERE IN GIOCO TUTTE LE LORO RISORSE, PER NON CADERE NELLE DIPENDENZE!

Scarica i seguenti allegati:

Allegato 1: Depliant

Allegato 2: Progetto

Allegato 3: Obiettivi e costi

Allegato 4: Scheda di Adesione

alt

 
Febbraio 2019 Marzo 2019
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28